Ro&Ro University è un progetto editoriale Ro&Ro Electric nato per diffondere la cultura in ambito illuminazione, architettura, design, arte, energia e ambiente 

Dean Skira premiato con lo IES Award of Excellence

Mosca. La “Evolution Tower” in un’immagine notturna (courtesy photo: Skira Architectural Lighting)

Lo studio di lighting design croato Skira Architectural Lighting guidato dal lighting designer Dean Skira ha ricevuto il prestigioso IES Award of Excellence per il progetto illuminotecnico realizzato a Mosca per l’”Evolution Tower”, iconico grattacielo di 246 metri ideato da RMJM e dall’architetto russo Philipp Nikandrov per il distretto del Moscow International Business Center.

Leggi tutto Dean Skira premiato con lo IES Award of Excellence

Dall’ufficio alla cattedrale: uno strumento per gestire il progetto di illuminazione

Siena. All’interno della gotica Cattedrale di Santa Maria Assunta il sistema Casambi gestisce il complesso layout del progetto di illuminazione (© ERCO GmbH, photo: Frieder Blickle)

Nel progetto di illuminazione per ufficio, così come nella luce per esporre o nei casi più complessi come il lighting concept di una grande cattedrale storica, la presenza di uno strumento che permetta di adattare il layout illuminotecnico ai cambiamenti dell’Interior Design rappresenta sicuramente un nuovo tipo di supporto che il progettista può ora aggiungere fra i suoi strumenti di lavoro.

Leggi tutto Dall’ufficio alla cattedrale: uno strumento per gestire il progetto di illuminazione

Stati Uniti. Per gli spazi pubblici e museali gli studi cercano giovani progettisti

Parigi. Fondation Louis Vitton (courtesy: TM Light)

Nel contesto della progettazione creativa degli spazi pubblici e dei luoghi per esposizioni artistiche, per realizzazioni permanenti o temporanee, esiste negli Stati Uniti una grande domanda da parte del mercato, e la conseguente ricerca di figure di progettisti dedicate a questo specifico ambito è molto forte.

Leggi tutto Stati Uniti. Per gli spazi pubblici e museali gli studi cercano giovani progettisti

San Francisco. Se la luce è un codice binario

San Francisco International Airport. L’installazione artistica di luce dinamica realizzata per il grande parcheggio multipiano dall’artista e light designer Johanna Grawunder (photo: Cesar Rubio)

Per qualificare attraverso lo spettacolo di un’illuminazione artistica dinamica la facciata principale del grande parcheggio multipiano dell’Aeroporto Internazionale di San Francisco, la San Francisco Arts Commission in collaborazione con l’Amministrazione della struttura aeroportuale hanno chiesto all’artista, architetto e light designer Johanna Grawunderdi progettare un’installazione luminosa permanente.

Leggi tutto San Francisco. Se la luce è un codice binario

Roma. La luce esalta Castel Sant’Angelo

Roma. Castel Sant’Angelo

ACEA ha realizzato una nuova illuminazione a Roma per il complesso architettonico e monumentale di Castel Sant’Angelo, con un intervento che ha riguardato l’edificio del Mausoleo di Adriano, l’illuminazione artistica e funzionale del Ponte Sant’Angelo e l’area a verde del parco che circonda il complesso monumentale.

Leggi tutto Roma. La luce esalta Castel Sant’Angelo

La luce che rispetta il buio

“O” di Elemental (design: Alejandro Aravena, per Artemide) (courtesy photo: Artemide)

La luce vuole rispettare il buio naturale della notte, sempre più minacciato. L’architetto e designer cileno Alejandro Aravena con il suo studio Elemental opera per individuare soluzioni finalizzate a realizzare condizioni sociali migliori negli ambiti degli spazi pubblici e dell’edilizia residenziale in Cile e in Messico e ha affiancato su scala allargata questo suo impegno anche nella  definizione di oggetti innovativi ma semplici per fare luce in modo sostenibile.

Leggi tutto La luce che rispetta il buio

Una ricerca per sperimentare nello Spazio un sistema di illuminazione a LED innovativo

Performance iN Lighting e Argotec, società di ingegneria aerospaziale italiana, hanno stretto una partnership volta allo sviluppo di una ricerca scientifica finalizzata a sperimentare nello Spazio un sistema di illuminazione a LED altamente innovativo.

Leggi tutto Una ricerca per sperimentare nello Spazio un sistema di illuminazione a LED innovativo

I nuovi moduli LED Tridonic illuminano generi alimentari, abiti e opere d’arte riproducendone fedelmente i colori

Quando si tratta di presentare cibo, abiti ed opere d’arte, la giusta illuminazione contribuisce a creare un’atmosfera speciale per rendere ancora più attraente il prodotto ed esaltarne la bellezza.

Leggi tutto I nuovi moduli LED Tridonic illuminano generi alimentari, abiti e opere d’arte riproducendone...

AdEPP e CDP a supporto dei liberi professionisti

29/07/2019 - Favorire l’accesso al credito per i liberi professionisti, in sinergia con il Fondo di Garanzia per le PMI (Fondo PMI). È questo l’obiettivo della collaborazione tra Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e l’Associazione degli Enti Previdenziali e Privati (AdEPP), che ha preso il via nei giorni scorsi.
Leggi tutto AdEPP e CDP a supporto dei liberi professionisti

Al MIT la luce laser per trasmettere il suono

(credit: Massachusetts Institute of Technology Lincoln Laboratory) (courtesy: Publicdomainpictures.net)

I ricercatori del Lincoln Laboratory del MIT Massachusetts Institute of TechnologyRyan M. Sullenberger e Charles M. Wynn hanno messo a punto un nuovo sistema di trasmissione del suono che fa riferimento ad un raggio laser per l’emissione di messaggi audio direttamente rivolti alle orecchie del destinatario.

Leggi tutto Al MIT la luce laser per trasmettere il suono

Le lampade outdoor protagoniste nella nuova vetrina dello showroom Foscarini Spazio Monforte

È lo storico brano di Roy Ayers “Everybody loves the shunshine” che mi ha dato lo spunto per la nuova vetrina di Foscarini” – racconta Ferruccio Laviani, che ha riempito il flagship-store di corso Monforte con macroscopiche riproduzioni di farfalle e libellule, che volteggiano tra i modelli outdoor più amati dell’azienda.

Leggi tutto Le lampade outdoor protagoniste nella nuova vetrina dello showroom Foscarini Spazio Monforte

Personalizzare gli ambienti esterni con le lampade a LED

lampade led giardino

Alcuni consigli per illuminare al meglio il giardino

Un giardino, al di là delle sue dimensioni, deve essere illuminato adeguatamente con le giuste tecnologie. È essenziale che queste ultime rispettino una serie di requisiti, tra cui l’ecosostenibilità, l’efficacia delle prestazioni, la capacità di determinare un risparmio energetico e di abbattere i consumi relativi all’elettricità. Le luci destinate agli ambienti esterni, inoltre, devono essere poco sensibili all’umidità, alle escursioni termiche e agli agenti atmosferici.

Simili obiettivi non sono difficili da raggiungere se si ricorre al sistema di illuminazione adatto. Un’eccellente soluzione consiste nei fari a LED, i quali garantiscono performance elevatissime e resistono in maniera ottimale all’usura e allo scorrere del tempo. Un suggerimento: le lampade dovrebbero essere orientate verso il basso, soprattutto negli spazi ampi, per evitare che i fotoni si disperdano e che si vada incontro a inquinamento luminoso. Nel caso di giardini piccoli, invece, i faretti potrebbero essere alternati con punti luce da applicare al muro della casa, oppure con tubi fluorescenti a LED dal notevole effetto artistico. È utile rivolgersi a un esperto del settore per capire come organizzare l’illuminazione in modo che tutto sia a norma e che non si rechi danno all’ambiente e ai vicini.

Un altro elemento da tenere in considerazione è la disposizione delle fonti luminose sul prato, tra gli alberi e lungo le pareti dell’abitazione. Bisogna chiedersi quali sono le aree da rischiarare con i fari, e quante lampadine servono per conseguire un risultato perfetto. Anche in questo caso è opportuno chiedere il parere di un professionista del settore dell’illuminotecnica, affinché la gestione dell’illuminazione sia curata in ogni minimo dettaglio. Di solito ci si concentra sulla porta di ingresso e sulle zone impiegate per il relax, ad esempio quelle dedicate alla lettura, al gioco, alle cene in compagnia nelle sere di primavera ed estate. Non è importante usare molti faretti, bensì collocarli strategicamente per ottenere la massima efficienza con il minimo dei costi.

Luce calda, neutra o fredda: quale scegliere?

Le lampade a LED, adoperate sia per l’arredo indoor sia per quello outdoor, si differenziano in base al tipo di luce emanata. Quest’ultima è definita calda quando tende a colori come il rosso e l’arancione, fredda se spazia dall’azzurro al blu chiaro. Se, invece, la tonalità è quella classica, bianca o dorata, la luce è detta neutra. Da questo punto di vista si ha un’ampia libertà di personalizzazione, anche se la scelta del tipo di illuminazione dovrebbe essere influenzata dalle sensazioni che si desidera trasmettere.

Coloro che optano per una luce calda regalano al proprio giardino un aspetto intimo e accogliente, e fanno in modo che gli ospiti si sentano rilassati e al sicuro. Spesso, infatti, si propende per questa opzione per i faretti e per i lampioncini da esterno. La luce fredda, al contrario, è una soluzione più moderna, ideale per un patio in stile contemporaneo o, in generale, per chi vuole conferire all’ambiente un tocco di originalità. Infine, si ricorre alla luce neutra sia per valorizzare le sfumature naturali presenti in giardino, sia per aumentare la visibilità e, di conseguenza, la sicurezza.

I fattori da considerare per l’illuminazione del giardino

Già si è detto che, per provvedere all’illuminazione di uno spazio all’aperto, bisogna procurarsi lampade a LED che risentano poco delle precipitazioni, degli sbalzi di temperatura e delle intemperie. I materiali utilizzati per la costruzione dei fari devono essere anche a tenuta stagna, nonché resistenti alla corrosione e a fattori come la polvere e lo sporco. Per provvedere a questo aspetto è opportuno consultare la normativa CEI 70-1, la quale include alcuni parametri per verificare il grado di protezione del rivestimento degli apparecchi elettrici.

Dopo aver riflettuto su ciò è necessario valutare, come già sottolineato, la posizione e la direzione dei punti luce, oltre alla possibilità di servirsi di tecnologie con sensori di movimento. Tutti questi elementi permettono di elaborare un preventivo e di calcolare la spesa complessiva, che comunque sarà compensata dalla limitazione dei costi di manutenzione e dal risparmio consentito dalle lampade a LED.

Sottocategorie