Al via il Save Tour, per educare all’uso responsabile del denaro e delle risorse scarse

È partito lunedì scorso da Torino il secondo Save Tour, l’iniziativa itinerante congiunta del Museo del Risparmio, di BEI Institute e d’Italscania dedicata “agli studenti delle scuole elementari, medie e superiori di tutta Italia per educare all’uso responsabile del denaro e delle risorse scarse”.

Il Tour punta e confermare e battere, se possibile, le cifre lusinghiere raggiunte nella prima edizione, cui hanno preso parte oltre 10.000 studenti. L’obiettivo dichiarato dell’iniziativa, come si legge nel sito dedicato, è “condurre le nuove generazioni alla costruzione di un futuro senza sprechi”.

Fino al 7 aprile 2020, data dell’ultimo evento in programma a Napoli, il Save (Sostenibilità, Azione, Viaggio, Esperienza) Tour farà arrivare la cultura del risparmio nel cuore di ventuno città italiane.

Una motrice Scania - battezzata Discovery Truck per l’occasione - trasporterà i laboratori didattici del Museo del Risparmio lungo la penisola per educare, attraverso il gioco e l’apprendimento interattivo, bambini e ragazzi con percorsi guidati e giochi creativi sui temi dell’economia circolare e dell’alfabetizzazione finanziaria.

Sei regioni attraversate, con partenza da Torino e tappe a Genova, Olbia, Sassari, Alghero, Oristano, Carbonia Iglesias, Cagliari, Palermo, Trapani, Agrigento, Caltanissetta, Siracusa, Catania, Messina, Reggio Calabria, Vibo Valentia, Lamezia Terme, Catanzaro, Cosenza e Napoli, appunto per la tappa conclusiva del secondo Save Tour.

Per ogni informazione, si può navigare nel sito riservato alla seconda edizione dell’iniziativa.

 

Sei interessato a partecipare ad altre iniziative dedicate al risparmio? Prosegui la tua navigazione in Cliclavoro news!

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO