La luce che rispetta il buio

luce
“O” di Elemental (design: Alejandro Aravena, per Artemide) (courtesy photo: Artemide)

La luce vuole rispettare il buio naturale della notte, sempre più minacciato. L’architetto e designer cileno Alejandro Aravena con il suo studio Elemental opera per individuare soluzioni finalizzate a realizzare condizioni sociali migliori negli ambiti degli spazi pubblici e dell’edilizia residenziale in Cile e in Messico e ha affiancato su scala allargata questo suo impegno anche nella  definizione di oggetti innovativi ma semplici per fare luce in modo sostenibile.

In tal senso la collaborazione con Artemide si è spinta a progettare soluzioni tecnicamente innovative ma assolutamente non invasive per portare ad esempio la luce nel contesto degli spazi pubblici dei parchi urbani.

Da queste logiche è nato “O”, un apparecchio progettato per rispondere ad una domanda discreta e mai invadente di luce nel paesaggio, con un approccio completamente sostenibile.

luce
“O” di Elemental (design: Alejandro Aravena, per Artemide) (courtesy photo: Artemide)

La sua luce “on-demand” appare infatti soltanto quando serve, grazie all’azione di sensori di presenza, producendo un’emissione luminosa controllata e confortevole, gestibile anche attraverso la APP di Artemide.

L’apparecchio – che è stato progettato nel rispetto dei ritmi biologici delle diverse specie animali e vegetali – oltre alle versioni outdoor da terra e sospensione è oggi disponibile anche per gli interni.

Dal punto di vista dei materiali, la sua costruzione leggera con profilo di alluminio, lo rende un oggetto flessibile e trasversale nell’utilizzo e capace di creare in ogni spazio un’atmosfera piacevole con la sua luce morbida e non abbagliante.

La parte ottica è realizzata con disco diffusore in PMMA trasparente, scanalato all’interno con un’incisione al laser, in modo tale che quando la sorgente LED situata nella sezione periferica dell’anello si accende, tutto l’oggetto diventa visibile. “O” è disponibile con diametro di 90 o 45 cm.

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO