La luce umano-centrica per il settore medicale. Le proposte di Atena Lux

Atena Lux fa della luce umano-centrica la propria mission. Palcoscenico dell’innovazione è, da oggi e fino a giovedì, Medica 2019, la fiera internazionale dedicata alle tecnologie per il settore ospedaliero che si tiene a Düsseldorf, dove l’azienda presenta i nuovi modelli di testaletto e i corpi illuminanti specifici per le sale operatorie.

Al pad. 14 stand E32, i visitatori potranno conoscere i sistemi di illuminazione intelligente HCL (Human Centric Lighting): sincronizzati all’orologio astronomico con fuso orario locale, i corpi illuminanti riproducono in modo naturale la luce del sole e permettono di realizzare un ambiente favorevole al bioritmo del corpo. L’illuminazione cambia in maniera automatica sia nell’intensità che nel colore e livello di luminosità, replicando la quotidiana variazione della luce naturale, nel susseguirsi delle ore durante il giorno.

Testaletto che combinano ergonomia, funzionalità ed estetica, in grado di integrarsi perfettamente con la camera di degenza e portare colore e modernità negli ambienti ospedalieri. Non solo praticità, ma anche design personalizzabile e finiture eleganti, per ottenere un’illuminazione biologicamente efficace al servizio del paziente e degli operatori.

Un sistema particolarmente apprezzato negli ospedali e nelle case di cura, luoghi in cui i pazienti rischiano un’alterazione del ritmo sonno-veglia, passando la maggior parte della giornata in luoghi interni, a causa di malattie o problemi di mobilità. Favorendo l’adattamento del ritmo biologico alle rivoluzioni terrestri, la tecnologia HCL porta infatti benefici consistenti nel trattamento dei degenti con diverse patologie, riducendo la permanenza nella struttura, l’uso di antidepressivi e mitigando al contempo ansia e disorientamento.

Anche per lo staff medico gli effetti sono positivi: i dispositivi umano-centrici contrastano l’insorgere dell’insonnia, aumentano il benessere fisico e migliorano il rapporto con i pazienti, riducendo mal di testa e occhi stanchi nei momenti liberi.

“I sistemi intelligenti HCL sono molto apprezzati dagli ospedali e dalle case di cura, ma vengono sempre più richiesti anche da aziende di altri settori – dichiara Luigina Barbuio CEO di Atena Lux – una luce artificiale che rispetti il ritmo del giorno apporta un miglioramento psicofisico del paziente e aiuta a mantenere alto il livello di concentrazione e benessere negli ambienti di lavoro e di formazione scolastica”.

Diversi studi scientifici hanno infatti dimostrato che l’illuminazione influenza il benessere e l’umore dell’uomo e un ambiente di lavoro ben illuminato aiuta le persone a vivere e a dormire meglio: la luce più importante per la salute è quella naturale, pertanto le lampade artificiali si devono avvicinare a questa il più possibile.

Con oltre 25 anni di esperienza nel settore dell’illuminotecnica, la missione di Atena Lux è quella di realizzare atmosfere equilibrate in grado di potenziare la qualità della vita, la produttività e la soddisfazione delle persone.
 

L’azienda ha creato una gamma di moduli lineari LED, a tecnologia HCL, in grado di adattarsi perfettamente ai corpi illuminanti esistenti, a cui è possibile integrare sensori di luce e movimento per incentivare il risparmio energetico. Gestibili in maniera facile e veloce, attraverso pulsante o Touch panel a parete, le linee di design sono studiate per dare un tocco di familiarità e modernità agli spazi, in un’ottica di personalizzazione delle finiture, e realizzare scenari di luce in grado di dare un accento emozionale agli ambienti di tipo medicale e commerciale.

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO