Luce e cultura del progetto nel Retail

luce
Jacopo Acciaro CEO Voltaire Lighting Design, Milano

 

L’elemento luce all’interno del mondo del Retail ha sempre svolto un ruolo fondamentale sotto molteplici aspetti e nei contesti di tutte le tipologie e target merceologici.

La luce è infatti un tema trasversale in grado di stabilire un rapporto molto stretto con l’architettura, diventando essa stessa elemento compositivo in grado di suscitare emozioni e enfatizzare tutti gli aspetti sensoriali che caratterizzano la shopping experience.

Grazie allo sviluppo delle diverse tematiche illuminotecniche, è possibile coniugare infatti le caratteristiche evocative del prodotto, bilanciando i contenuti e le strategie inerenti all’Identity Brand, con la valorizzazione del prodotto, andando così ad incidere sull’emotività del cliente finale.

Nel dialogo tra prodotto e fruitore la luce ricopre un ruolo da protagonista, in quanto consente di materializzare il valore, lo spirito e spesso l’essenza stessa del prodotto. Lo sviluppo di un progetto di lighting design è un processo imprescindibile per riuscire a coniugare tutti i differenti aspetti che portano ad un risultato finale di eccellenza e soprattutto al successo commerciale: in questo senso la cultura del progetto e la conoscenza di tutte le problematiche che si presentano all’interno di un processo di progettazione integrata, sono competenze indispensabili.

La luce è lo strumento tecnico necessario per la fruizione di un ambiente che consente di “guidare” il cliente verso le scelte di acquisto. La percezione di un ambiente ben illuminato non passa attraverso valori numerici di quantità ma attraverso un rapporto qualitativo tra i molteplici aspetti illuminotecnici e l’architettura con i suoi allestimenti espositivi.

Grazie alla composizione progettuale e all’equilibrio dei parametri illuminotecnici fondamentali (luce diffusa o puntuale, rapporto tra i chiaroscuri, uso di determinate tonalità di colore delle emissioni luminose, qualità della resa cromatica) la luce diventa l’elemento in grado di comunicare ed enfatizzare l’identità di un Brand e la sua storia.

Come lighting designer, la sfida risiede nel coniugare tutti gli aspetti scientifici, tecnici e compositivi che caratterizzano il mondo luce all’interno di un percorso esperienziale in cui percezione e valorizzazione del prodotto sono veicolati attraverso il progetto architettonico.

La tecnologia LED, ormai consolidata nel suo utilizzo, sta vivendo un consistente affinamento tecnico-qualitativo che consente di avere a disposizione “tools” performanti sotto molteplici aspetti (miniaturizzazione, qualità delle emissioni luminose, flessibilità nelle scelte distributive dei flussi luminosi attraverso l’utilizzo di ottiche sempre più performanti, gestione del parametro luce attraverso l’elettronica) in grado di inserirsi in qualsiasi contesto progettuale con la massima integrazione e flessibilità.

Sicuramente lo sviluppo della tecnologia applicata alla gestione della “connettività” tra ambiente e fruitore rappresenta un tema con un grande potenziale sia per il Brand, che avrà la possibilità di monitoraggio e divulgazione di informazioni, sia per il fruitore che vivrà un aumento esponenziale dell’aspetto esperienziale.

Jacopo Acciaro

CEO Voltaire Lighting Design, Milano

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO