Firma italiana per il nuovo Centro di Controllo Ferroviario SNCF di Parigi

Scaduto
BRAND ILLUMINAZIONE DESIGN

SCAPE Architettura, diretto da Ludovica Di Falco, ha completato il nuovo Centro di Controllo Ferroviario SNCF a Pantin, a nord-est di Parigi.

Il nuovo Centro fa parte di EOLE, un importante progetto della SNCF – Société Nationale des Chemins de fer Français (rete ferroviaria francese), destinato a sviluppare il traffico ferroviario regionale dell’île-de-France verso ovest. Il Centro controllerà parte del traffico ferroviario a livello regionale e nazionale.

L’edificio è anche il primo progetto del futuro Écoquartier, il nuovo quartiere di alloggi, servizi ed uffici il cui sviluppo è previsto entro il 2030.

Il Centro di Controllo di Pantin è, dunque, un progetto complesso e ambizioso. Esso definirà un nuovo archetipo urbano: un’infrastruttura logistica, innanzitutto, caratterizzata da una forte componente tecnica, situata nel pieno centro della città e nel cuore del suo prossimo sviluppo. E un Campus, destinato ad accogliere le Sale di Controllo e operative, i loro operatori, e tutti gli uffici necessari al loro corretto funzionamento.

La soluzione a questo problema complesso proposta da SCAPE si fonda su un riferimento legato alla cultura italiana dello studio, la Villa del Rinascimento: un’architettura iconica, chiaramente definita dal muro di cinta che protegge un microcosmo fatto di giardini, di spazi di lavoro e di vita. Il limite fra queste architetture e il contesto urbano sviluppatosi nel corso dei secoli è mutato nel tempo; luoghi isolati e suburbani come la Villa Borghese a Roma sono diventati parte della città stessa, senza soluzione di continuità fra i due organismi.

Il Centro di Controllo Ferroviario è un edificio chiuso, definito da un alto muro di cinta in pietra che segue l’intero perimetro del lotto; al suo interno, il complesso è costituito da una sequenza di patii, di aree logistiche, di giardini pensili, di uffici e di grandi spazi destinati al controllo ferroviario. Due edifici in metallo dorato emergono dallo scuro muro in pietra, creando un landmark, un riferimento visivo il giorno e la notte.

Nonostante la natura introversa dell’edificio, gli spazi di lavoro godono di viste sull’esterno e di luce naturale. Per garantire il maggior confort agli spazi di lavoro, SCAPE ha immaginato un sistema costruttivo complesso che combina l’illuminazione artificiale a quella naturale per le zone che funzionano 24/7.

I materiali preziosi delle facciate (la pietra di scisto, la maglia metallica dorata) con i giardini pensili, vere e proprie facciate orizzontali, definiscono le quinte del futuro Écoquartier, e renderanno immediatamente identificabile il nuovo Centro di Controllo Ferroviario nel suo contesto. 

 
Firma italiana per il nuovo Centro di Controllo Ferroviario SNCF di ParigiLuc Boegly
Vedi Scheda Progetto
 
Firma italiana per il nuovo Centro di Controllo Ferroviario SNCF di ParigiLuc Boegly
Vedi Scheda Progetto
 
Firma italiana per il nuovo Centro di Controllo Ferroviario SNCF di ParigiLuc Boegly
Vedi Scheda Progetto
 
Firma italiana per il nuovo Centro di Controllo Ferroviario SNCF di ParigiLuc Boegly
Vedi Scheda Progetto
 
Firma italiana per il nuovo Centro di Controllo Ferroviario SNCF di ParigiLuc Boegly
Vedi Scheda Progetto
 
Firma italiana per il nuovo Centro di Controllo Ferroviario SNCF di ParigiLuc Boegly
Vedi Scheda Progetto
 
Firma italiana per il nuovo Centro di Controllo Ferroviario SNCF di ParigiLuc Boegly
Vedi Scheda Progetto
 
Firma italiana per il nuovo Centro di Controllo Ferroviario SNCF di ParigiLuc Boegly
Vedi Scheda Progetto
 
Firma italiana per il nuovo Centro di Controllo Ferroviario SNCF di ParigiLuc Boegly
Vedi Scheda Progetto
 
Firma italiana per il nuovo Centro di Controllo Ferroviario SNCF di ParigiLuc Boegly
Vedi Scheda Progetto
 

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO