Inaugurata la mostra ADI DESIGN INDEX 2020

BRAND ILLUMINAZIONE DESIGN
Ph. Ph. M. Bonetti
07/06/2021 - Gli spazi dell'ADI Design Museum a Milano, da poco inaugurato, ospitano, fino al 20 giugno, ADI Design Index, ovvero l’edizione 2020 della rassegna dei migliori prodotti del design italiano, a lungo rinviata per l’emergenza COVID-19.
La mostra presenta una parte significativa dei prodotti selezionati dall’Osservatorio permanente del Design ADI, che sono stati 207 su 521 candidature, cui vanno aggiunti 32 progetti degli studenti delle scuole universitarie di design della sezione Targa Giovani, selezionati tra 283
candidature.

Tra i prodotti si distinguono, accanto ai 46 destinati alla casa (arredamento e illuminazione), le 21 iniziative di design sociale (la categoria di più recente introduzione nell’Index). Particolarmente numerosi anche i prodotti per la mobilità e per il lavoro (18 per ciascuna categoria), quelli di comunicazione (17) e il design dei servizi (16). Significativa anche la presenza della ricerca, a riprova della continuità dell’impegno dei progettisti e delle imprese nell’innovazione: 12 tra saggi teorici e iniziative editoriali, e 11 ricerche applicate destinate alle imprese.

"L’ADI Design Museum di Milano è nato per rivolgersi al grande pubblico”, commenta Umberto Cabini, presidente della Fondazione ADI Collezione Compasso d’Oro. “Abbiamo intrapreso un percorso delicato, diverso dai messaggi promozionali che caratterizzano ancor oggi la percezione comune del design. Dobbiamo comunicare rispettando la convivenza di invenzione e mercato, di riflessione e
promozione tanto profondamente intrecciate nel DNA del design.”

ADI Design Index 2020 ha il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e di Regione Lazio, Regione Lombardia, Città metropolitana di Milano, Comune di Milano, FederlegnoArredo, Confindustria Lombardia. La mostra si trasferirà a Roma dal 28 giugno al 2 luglio alla Casa dell’Architettura - Acquario Romano, piazza Manfredo Fanti 47.

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO