Lookofsky Architecture reinventa il concetto di parete attrezzata

Ph. Mattias Hamr
Ph. Mattias Hamrn - Stylist: Hanna Tunemar
 

 

Lo studio svedese Lookofsky Architecture firma la ristrutturazione di un mini appartamento per una giovane coppia di Stoccolma, la cui costruzione risale agli anni 20.

Per il nuovo progetto gli architetti hanno deciso di inserire all’interno della casa tre grandi pareti attrezzate multifunzionali colorate di giallo, che, come spiegano gli architetti “non solo ottimizzano gli spazi, ma si articolano in diverse funzioni inglobando sedute e spazi per l'archiviazione”.

Il muro della cucina lungo 7 metri, situato in una grande sala multifunzionale costituita in passato da due stanze più piccole, è suddiviso in un gruppo di sotto componenti più piccoli contenenti ciascuno una propria funzione separata.
La parete della cucina diventa così una composizione giocosa che con rientranze e sporgenze dona nuova vita allo spazio, ponendo le basi per le nuovi funzioni e interazioni sociali di tutti i giorni.

I dettagli sono minimalisti, con l'illuminazione nascosta sopra l'angolo cottura e il lavandino. Curioso il modo in cui è stato ricavato un angolo relax, un luogo accogliente in cui rannicchiarsi e leggere un buon libro.

Oltre al lungo muro attrezzato della cucina, sono state realizzate pareti multifunzionali sia nel bagno, per lo stoccaggio dei prodotti, che in camera da letto, sotto forma di armadio a muro.

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO