Una casa flottante nella foresta messicana

Ph.
Ph. Studio Chirika

 

Nel cuore della foresta messicana nei pressi di Città del Messico, lo studio di architettura talleresque ha completato la Casa Flotante (Casa galleggiante), un’oasi di fuga dal caos cittadino elevata su nove trampoli, per simulare la conformazione degli alberi circostanti.

La casa ha una superficie totale di circa 80 metri quadrati disposti in verticale. La struttura a tre piani contiene più spazi abitativi, comprese le aree interne ed esterne. Al piano “terra” sospeso su nove colonne che reggono una grande piattaforma in legno un’area studio/lavoro, un angolo cottura e un'area musica. Metà dello spazio è invece utilizzato come outdoor.

Lo spazio sotto la grande piattaforma in legno è riservato per lo stoccaggio e una cisterna per l'acqua. Una scala esterna avvolge l'intera casa e conduce al primo piano dove si trova il bagno e la doccia; il terzo piano invece ospita la camera da letto.
Il legno è il materiale predominante utilizzato nel progetto, dal rivestimento esterno ai gradini fino ai pavimenti ai soffitti e a tutti gli arredi.
Finestre dal pavimento al soffitto, grandi aperture vetrate e lucernari illuminano gli spazi della casa rendendola una lanterna e creando un dialogo costante con l'esterno.

"Casa Flotante è molto più di tutti i suoi spazi", afferma Juan De La Rosa di talleresque. "È un ponte tra natura e rifugio, che invita la natura all'interno. Lo scopo di questa casa non è dominare nella foresta ma rifletterla... come uno specchio. Fatta di luce e riflessi, moltiplica i suoi punti di vista e le sensazioni che provoca. La sua conformazione allungata permette di salire in una spirale, attraverso la casa tra lo studio e la camera da letto: tra piacere e creazione; attraverso pensieri e sogni".

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO