Una casa scolpita come un diamante alle porte di Treviso

Fernando Guerra

 

Lo studio di architettura 3ndyStudio sviluppa il concept della residenza denominata 'Diamond Tree' scomponendo una forma primaria, eseguendo sottrazioni, addizioni e rotazioni di volumi, al fine di generare molteplici percezioni spaziali.

I volumi della zona giorno e notte, ruotando, collidono in uno spazio "ibrido", generando una visione stereoscopica degli ambienti interni ed esterni, immersi nella luce proveniente da un grande lucernaio che dona un inatteso scorcio di cielo.
Eliminando i corridoi si è creata una sequenza fluida dello spazio, dando origine a un’infilata di funzioni non gerarchizzate.

La zona living è stata parzialmente svuotata per consentire la creazione di una corte interna, fonte di luce zenitale che si irradia, animando le superfici interne e le fronde dell'albero.

I materiali naturali, scelti per le loro peculiarità cromatiche e materiche, noce canaletto inciso a doghe e granito nero assoluto fiammato, si combinano con quelli hi-tech, lapitec® e krion®, declinati a una funzione estetica.
Il lapitec®, in colorazione nero assoluto, emerge dalla piscina e si immerge nella luce per mostrare le incisioni di un artista che racconta, come in una stele lambita dall’acqua, la storia della famiglia.
Il krion® bianco avvolge i volumi della casa all'interno e all'esterno, donando una percezione monolitica, spezzata come una scultura da “insolite” brecce prismatiche incise nelle pareti, immaginate quest’ultime come dei dispositivi percettivi dinamici, che come dei diamanti, riflettono la luce.

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO