Villa BE, un'architettura che si plasma dall'ascolto del paesaggio

 

Partendo dalla tipologia a corti delle case rurali venete lo studio di progettazione Depaolidefranceschibaldan progetta Villa Be, una architettura residenziale posta ai margini tra il costruito e la campagna, in un sito caratterizzato dall’ampiezza di vedute verso il paesaggio circostante.

Dominato lungo i confini ovest e sud da una folta vegetazione autoctona che ne delinea i bordi in maniera incerta, il progetto è stato concepito a partire dallo studio delle caratteristiche visive, sia verso l’esterno che verso l’interno, l’analisi delle trasparenze, delle luci ed ombre, della morfologia del terreno e delle caratteristiche bio-climatiche del luogo.

Architettonicamente il fabbricato è composto dall’aggregazione di tre volumi stereometrici riconducibili all’archetipo abitativo, tutti a pianta rettangolare con le medesime proporzioni planimetriche e ben riconoscibili dall’esterno.
Il corpo centrale, definitivo principale, e quello disposto a sud si sviluppano su un unico livello ed ospitano rispettivamente gli spazi di relazione e quelli dedicati agli ospiti.
A chiudere la “corte” verso nord è il terzo volume sviluppato su due livelli che costituisce il terminale al corpo principale, al piano terra lo spazio spa e fitness mentre al piano primo trova posto la zona notte.
La corte interna, delimitata su tre lati e aperta verso lo scoperto del giardino, riprende la tipologia delle corti delle case rurali venete: è concepita come fulcro dell’abitazione, è un quarto corpo, un vuoto, uno spazio avvolgente verso il quale si affacciano tutti i volumi dell’abitazione.

In questo contesto il progetto si pone all’ascolto del paesaggio circostante, aprendosi al dialogo con questo e ricevendone le ombre, le luci ed i suoni. La copertura metallica dei tre corpi adagiata sui tetti a due falde ne restituisce i colori. Le chiusure in carabottino ne lasciano intravedere i riflessi ed il movimento. I pannelli metallici lavorati a maglia quadrata celano gli spazi interni in corrispondenza delle ampie vetrate lasciando entrare una luce filtrata che avvolge gli ambienti interni in un gioco di luci che accompagna il passare delle ore ed il trascorrere delle giornate.

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO