Architettura sostenibile, i più bei progetti del 2020-21

Germania Variowohnen Bochum

Appuntamento al 10 novembre per la premiazione dell’architettura sostenibile vincitrice

(Rinnovabili.it) – Le best practice dell’architettura sostenibile si danno appuntamento a Glasgow per i Green Solutions Awards 2020-2021 in occasione della COP26 di Glasgow.

Ad organizzare l’evento è la piattaforma Construction21 che anche quest’anno ha selezionato i migliori progetti al mondo per le diverse categorie prescelte: Sustainable Construction, Sustainable Renovation, Sustainable District, e Sustainable Infrastructure, Health e Comfort, Energy e Hot Climate e Low Carbon Prize.

La premiazione sarà trasmessa in diretta streaming il 10 novembre sui canali youtube dell’evento.

I progetti finalisti per ogni categoria

ECOCAMPUS Provence
ECOCAMPUS Provence

SUSTAINABLE CONSTRUCTION GRAND PRIZE

Germania – Variowohnen Bochum – progettista ACMS Architekten

Un nuovo complesso di 258 appartamenti in housing sociale realizzati secondo gli standard passive house e costruiti con un sistema modulare ibrido in legno.

Leggi anche Cradle to Cradle: Project Legacy, primo edificio che ne incarna i principi

Con un consumo energetico l’anno pari a 39 kWh/mq/anno, il complesso è estremamente flessibile ed in gran parte realizzato con elementi prefabbricati in legno. Questa soluzione consente di ridurre al minimo gli sprechi ed investire sul riciclaggio futuro.

Francia – ECOCAMPUS Provence – progettista Leteissier Corriol Architecture & Urbanisme

Il nuovo campus della città di Sainte Tulle è stato realizzato per essere un punto di riferimento per lo sviluppo delle energie rinnovabili. Sfrutta un design bioclimatico a doppio patio per il controllo termico, l’energia solare per la produzione energetica, camini termici per la ventilazione naturale ed il verde pensile integrato per il massimo comfort termico. Il consumo energetico è pari a 38 kWh/mq/anno.

Belgio – New headquarters of Thomas and Piron Bâtiment, -5,16 Kwh/mq/anno

La nuova sede aziendale è considerato secondo la certificazione BREEAM “energy Plus”. Il fabbisogno di energiadi questa architettura sostenibile è infatti pari a -5.16 Kwh/mq/anno, andando a compensare tutti i consumi energetici attraverso la produzione di energia pulita e grazie alla scelta di un involucro ad altissime prestazioni.

Spagna – Turo de la Peira, 45 Kwh/mq/anno

Questo centro sportivo a Barcellona ha raggiunto ottimi livelli energetici grazie alla sua struttura in legno lamellare, alla facciata idroponica, e ad un involucro compatto incassato nel terreno per evitare dispersioni. La configurazione delle diverse parti dell’involucro è stata selettivamente determinata in base all’orientamento solare e alle esigenze di ogni spazio sulla base dei risultati di una simulazioni termodinamiche computerizzata. Lo stesso principio è stato utilizzato per la progettazione della piscina tenendo in considerazione i guadagni e le dispersioni termiche da essa generate, per raggiungere un risparmio complessivo di 182.011 kWh/anno, circa 27.302 €/anno.

India – Humanscapes Habitat – 7.14 Kwh/mq/anno

Il progetto è stato costruito come dimostrazione di uno spazio urbano sostenibile. L’edificio ha puntato a realizzare un’architettura sostenibile composta da un involucro passivo, materiali ecologici a basso impatto secondo la certificazione C2C, un sistema di gestione dell’acqua che punta a ridurre gli sprechi anche grazie all’impiego di vegetazione autoctona accuratamente scelta.

Lussemburgo – Schroeder 2020, 86 Kwh/mq/anno

L’edificio per uffici è stato costruito per dimostrale le potenzialità del concetto di flessibilità integrato alla struttura. Flessibilità per la gestione degli spazi interni e per l’involucro esterno, prevedendo la possibilità di sostituirne alcune parti della facciata a fine vita, senza toccare la struttura portante.

SUSTAINABLE RENOVATION GRAND PRIZE

Germania - Extension Eisbärhaus, New Building Component C
Germania – Extension Eisbärhaus, New Building Component C

Spagna – Triple Space, 78,8 Kwh/mq/anno

Si tratta in questo caso di uno spazio di coworking nato come riqualificazione di una vecchia struttura. Si tratta del primo edificio ad aver ricevuto la certificazione zero CO2 dall’associazione spagnola Ecometro. Sono statai applicati tutti i principi ecologici per ottenere il minor impatto sull’ambiente e la massima qualità di comfort interno.

Francia – Brequigny high school, 43,9 Kwh/mq/anno

Situato a Rennes in Bretagna, questo liceo è stato oggetto di una pesante riqualificazione energetica

raggiungendo i medesimi risultati di una nuova costruzione. Il monitoraggio di tutte le fasi di progetto, costruzione ed uso dell’edificio è stato il punto chiave per il raggiungimento dei risultati ottimali.

Turchia – GAP Energy Efficiency and Consultant Incubation Center, 79 Kwh/mq/anno

Il centro di ricerca dedicato all’efficienza energetica è parte di una riqualificazione più ampia. I livelli raggiunti hanno permesso di ridurre il fabbisogno per riscaldamento dell’87% e quelli energetici del 75%.

SUSTAINABLE DISTRICT GRAND PRIZE

Svizzera – GreenCity, 8 ettari

Uno sviluppo urbano che ha riguardato circa 8 ettari, concepito dalla società 2000 Watt dedicata ad incentivare lo sviluppo urbano sostenibile, minimizzando la richiesta energetica e tenendo ben presente il cambiamento climatico. Gli alloggi comunitari che trovano posto in questo spazio sono stati progettati per integrare la mobilità legggera al progetto, permettendo ad oltre la metà dei residenti di evitare l’acquisto di un’automobile privata.

Leggi anche MilanoSesto: da ex acciaierie a smart city

Francia – Nanterre Coeur University.

Il progetto è parte integrante del programma per la valorizzazione ed il recupero di aree urbane fortemente frammentate a causa di infrastrutture pesanti (autostrade o ferrovie). In questo caso le molteplici certificazioni raggiunte hanno permesso di realizzare un’area urbana ecologica, efficiente e dove la biodiversità trova terreno fertile.

I progetti selezionati per le restanti categorie sono:

SUSTAINABLE INFRASTRUCTURE GRAND PRIZE

  • Francia – Solarization of the metropolis of St Etienne (42)
  • Germania – Mehr.WERT.Pavillon
  • Belgio – Plan Lumières 4.0
  • Inghilterra – IKEA Greenwich – Green Roof

HEALTH & COMFORT PRIZE

Spagna - Passive House for the Elderly
Spagna – Passive House for the Elderly
  • Germania – Climate-positive zero-energy technical classroom wing
  • Belgio – Etterbeek Administrative Center
  • Spagna – Passive House for the Elderly
  • Austria – Giatla house
  • Francia – BORD’HA building
  • Lussembrugo – Schroeder 2020

ENERGY & HOT CLIMATES PRIZE

  • Francia – Rivière-Salée Medico-Social Center
  • Benin – Xewa Sowé – Children’s reception center
  • ENERGY & TEMPERATE CLIMATES PRIZE
  • Belgio – New headquarters of Thomas & Biron Bâtiment
  • Francia – Biobased renovation of 24 social housing units
  • Spagna – ArroyoFresno nZEB Passivhaus Plus
  • Italia – Scuola “Antonio Brancati”
  • Lussembrutgo – Modular School Strassen

LOW CARBON PRIZE

  • Francia – 4 passive housing in straw wood
  • Germania – Extension Eisbärhaus, New Building Component C
  • Belgio – UP STRAW building
  • Spagna – Entrepatios Las Carolinas : ecological cohousing in rights of use
  • Austria – TherapieStützpunkt
  • Lussemburgo – Single family Home

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO