Bando Green Deal: 1mld a progetti di ricerca per la ripresa verde UE

La Commissione europea finanzierà nuove iniziative innovative dedicate alla lotta climatica e alla protezione di ecosistemi e biodiversità.

LA Commissaria Mariya Gabriel: “Chiediamo azioni specifiche per coinvolgere i cittadini in modi nuovi e migliorare la rilevanza e l’impatto sociale”
Bando Green Deal
Foto di PIRO4D da Pixabay

Il termine per la presentazione delle offerte per il Bando Green Deal è il 26 gennaio 2021

(Rinnovabili.it) – Un miliardo di euro a sostegno di nuovi progetti di ricerca che facciano avanzare il braccio innovativo della ripresa verde UE. Questo l’obiettivo dietro il bando Green Deal (info qui), lanciato oggi dalla Commissione europea e finanziato dal programma Horizon 2020.

Sul piano climatico ed ambientale, il mondo sta affrontando una sfida senza precedenti; sfida a cui l’Europa ha deciso di rispondere con il “Patto Verde”, un piano d’azione a lungo termine con cui traghettare il Continente verso la neutralità climatica. In questo contesto il settore Ricerca & Innovazione (R&) riveste un ruolo da comprimario. Per Bruxelles, infatti, le attività di R&I hanno la capacità di accelerare una transizione socioeconomica giusta e sostenibile.

Rispondendo all’urgenza della sfida, il bando Green Deal punta ad ottenere risultati chiari e tangibili, nel breve e medio termine, sul fronte della lotta climatica e della protezione di ecosistemi e biodiversità.

Leggi anche Stato dell’Unione, Von der Leyen: saremo 1° continente a zero emissioni

Cosa cambia rispetto al passato? Che oggi si richiedono meno azioni, ma più mirate, ampie e visibili, con un’attenzione particolare alla rapida scalabilità e diffusione. Il nuovo avviso coprirà nel complesso 10 aree tematiche e 20 argomenti, dagli aeroporti verdi ai nuovi elettrolizzatori.

Questo bando da 1 miliardo di euro sarà l’ultimo nel quadro di Orizzonte 2020, ma anche il più corposo”, spiega Mariya Gabriel, Commissaria responsabile per l’Innovazione, la ricerca e la cultura. “Si tratta di un investimento incentrato sull’innovazione che imprimerà un’accelerazione alla transizione giusta e sostenibile verso un’Europa a impatto climatico zero entro il 2050. Poiché in questa trasformazione sistemica non vogliamo lasciare indietro nessuno, siamo interessati ad azioni specifiche per interagire in modi nuovi con i cittadini e dare più rilievo agli aspetti sociali.

Il termine per la presentazione delle offerte è il 26 gennaio 2021. L’avvio dei progetti selezionati è previsto nell’autunno 2021.

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO