ContestEco 2019, quando l’arte abbraccia l’ecologia

contesteco 2019

Ciafardini, Colette Morin e Moby Dick (credit: ContestEco)

Tutti i vincitori di ContestEco 2019

(Rinnovabili.it)- L’arte può influenzare la sostenibilità e la sostenibilità può trasformare l’arte. Nella nuova ricerca globale di decarbonizzazione e circolarità, questi due elementi all’apparenza così distanti possono dar vita ad un rapporto simbiotico.

Ne dà la prova CONTESTECO, il concorso on line di arte e design sostenibile tenutosi all’interno del programma d’eventi Fai la differenza, c’è… Circustenibile. Veri e propri artisti e semplici appassionati hanno si sono cimentati nel raccontare questa nuova simbiosi, lasciandosi ispirare dal tema 2019 “La celebrazione del 50° anniversario dello sbarco dell’uomo sulla luna“. Grazie all’obiettivo della propria macchina da presa o le proprie capacità creative, i partecipanti hanno dato vita  speciali eco creazioni, non solo belle da guardare ma anche in grado di diffondere maggiore consapevolezza ambientale.

 

Come spiegano gli stessi organizzatori: “A cinquant’anni dallo storico avvenimento, nonostante la tecnologia e il progresso scientifico abbiano fatto passi da gigante raggiungendo obiettivi più grandi e importanti, lo sviluppo sostenibile e l’accoglienza di una cultura basata sull’economia circolare non riescono a decollare completamente […] La domanda che ci si pone è quindi in che modo si possono sviluppare processi di economia circolare, capaci di soluzioni innovative e creative, in grado di sfruttare al meglio le materie prime seconde, affinché si crei una cultura di sviluppo sostenibile e di riciclo, a salvaguardia del nostro Pianeta?”

 

I vincitori di ContestEco 2019 sono stati premiati in questi giorni a Roma da una giuria composta da circa 30 esponenti del mondo dell’arte e della cultura, tra cui Mario Di Vita, Presidente Associazione Culturale La Compagnia de Il Clownotto, Anna Maria Berardi e Ugo Sinibaldi di Arciragazzi Roma, Stefano Bernardini, Presidente ASD Sunrise 1. A guidarli, Moby Dick, uno degli artisti e street artist di riferimento del Pop Surrealismo italiano. Ad assegnare i premi è stata invece Colette Morin di Metro News Italia, mentre Mauro Spagnolo, direttore di Rinnovabili.it, ha consegnato la seconda edizione del Premio Rinnovabili 2019 ad una giovane startup particolarmente innovativa: il riconoscimento è andato a Camillo Piscitelli, creatore di Hurba  uno scooter elettrico con  batteria estraibile (leggi anche Rinnovabili.it premia OOD con il riconoscimento eco Startup).

 

Il podio della categoria “Appassionati”

Primo posto: Centro Diurno Riabilitativo “La fabbrica dei Sogni”- Lunatica
Secondo posto: Ri-ciclabile di Anna e Vale – Lune storte
Terzo posto: Stefano Azzena – We have faith

 

Il podio della categoria “Professionisti”

Primo posto: Alessandro Ciafardini – Apollo 11 moon cart
Secondo posto: Diego Marinelli – Lampiglia
Terzo posto: Rocco Lancia – Diana Efeso

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO