La libreria web dei materiali innovativi per l’edilizia sostenibile

materiali innovativi edilizia sostenibile

Come orientarsi tra i materiali innovativi dell’edilizia sostenibile.

Una libreria virtuale che racchiuda i migliori prodotti edilizi del greenbulding, in grado di facilitare i contatti tra produttori e utenti.

In una sola parola MaINN, il nuovo progetto di Legambiente dedicato ai materiali innovativi dell’edilizia sostenibile. La raccolta, in continuo aggiornamento, è visionabile on line sul sito del Centro Nazionale per le Energie Rinnovabili del cigno verde. Una pagina dedicata offre le schede dei primi 30 prodotti, distinti in tre categorie: naturali e salubri, provenienti da riciclo, innovativi. L’obiettivo è quello di regalare a progettisti, architetti ma anche semplici cittadini e famiglie uno strumento con cui orientarsi al momento della scelta di materiali e soluzioni edilizie.

Si tratta, spiega la stessa Legambiente in una nota stampa, di un progetto “nato per diffondere sempre di più le conoscenze in tema di sostenibilità ambientale nel settore dell’edilizia che fino a ieri è stato considerato tra quelli con il più alto impatto ambientale e consumo di materiali, oltre che di suolo, ma che oggi può rappresentare un tassello fondamentale della rivoluzione dell’economia circolare e di quella energetica, con un contributo fondamentale alla lotta ai cambiamenti climatici e all’inquinamento atmosferico”.

L’iniziativa, che ha alle spalle lavori come il Rapporto sui 100 materiali​ per una nuova edilizia, parte da un presupposto fondamentale: il mercato del greenbuilng italiano conta già parecchie realtà e soluzioni che permettono di efficientare gli immobili e migliorare la qualità della vita, contribuendo attivamente alla lotta contro i cambiamenti climatici. La vera sfida è sapersi fare strada in questo mercato.

Per questo motivo la libreria MaINN offre una lista di materiali innovativi per l’edilizia sostenibile, corredati ciascuno da una scheda tecnica che ne evidenzia non solo le caratteristiche tecniche/voce di capitolato, ma anche il carattere innovativo e il processo produttivo. Si va da Recycletherm Km0, isolante prodotto a filiera corta a partire da scarti tessili riciclati, a Ecoblocco, il mattone costituito da paglia selezionata, argilla e calce idraulica. Tutti materiali che non il pregio di migliorare le prestazioni energetiche o di comfort abitativo delle strutture, ma anche quello di essere più sostenibili nel loro ciclo di vita rispetto ai prodotti più tradizionali, riducendo ad esempio l’uso di materiali di cava, o grazie all’assenza di sostanze inquinanti.

“Da sempre Legambiente si batte per un’edilizia sostenibile – afferma Katiusica Eroe, responsabile energia Legambiente – […] Grazie a MaINN i cittadini hanno oggi a disposizione uno strumento in grado di comprendere come sta procedendo l’innovazione del settore, proponendo soluzioni che permettono di trasformare un problema, come ad esempio i rifiuti derivati dalle demolizioni in una risorsa, attraverso una trasformazione in mattoni”.

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO