Puglia, Giorgetti autorizza investimento su fotovoltaico Midsummer da 66 milioni

Scaduto
BRAND ILLUMINAZIONE DESIGN

Il ministro Giancarlo Giorgetti ha autorizzato l’accordo di sviluppo industriale presentato dalla società Midsummer Italia per la realizzazione in Puglia a Modugno (Bari) di attività di ricerca e produzione di impianti e moduli fotovoltaici tecnologicamente innovativi.

Sono previsti investimenti per circa 66,3 milioni di euro, di cui 64,7 milioni agevolabili, a sostegno dei quali il Ministero dello sviluppo economico mette a disposizione 37,29 milioni. La realizzazione dell'investimento consentirà un incremento occupazionale pari a 200 persone tra impiegati, tecnici e operai. Di 79 operai lavoratori, 59 saranno addetti per il progetto di sviluppo industriale e 20 per il progetto di ricerca industriale. La ricerca del capannone è iniziata un anno fa. L’impresa cercava un’area di 2.500 mq in un lotto che si prestasse a successivi ampliamenti fino a un massimo di 5.000 mq. La ricerca è stata affidata da Invitalia - Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa - a Puglia Sviluppo che pur in pieno lockdown è riuscita a trovare il lotto adatto al nuovo insediamento. L’acquisizione è stata perfezionata ad aprile.

"Accompagnare le imprese a nascere ma anche a investire per creare lavoro è la strada scelta dal Mise nel valutare i progetti industriali da sostenere con gli incentivi”, dichiara il ministro Giorgetti che aggiunge: “L’investimento in Puglia nel settore del fotovoltaico presenta tutte le caratteristiche di una opportunità da cogliere e valorizzare anche perché punta a realizzare prodotti innovativi e di qualità, a differenza di quelli provenienti dalla Cina che finora hanno invaso il mercato delle rinnovabili. La sfida della transizione green si vince anche puntando su questi progetti validi”.

Il programma di sviluppo industriale promosso dalla società Midsummer Italia S.r.l. comprende sia un progetto di investimento industriale sia un progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale. Il progetto di investimento industriale, a Modugno, verrà realizzato in un capannone industriale di recente costruzione di circa 3.880 mq e prevede l’acquisto di una linea di produzione formata da 10 macchine per una potenza complessiva di 50 MW; l’adeguamento della rete di connessione della fornitura elettrica, oltre a lavori di adeguamento degli impianti generali e di ampliamento dei locali. Il progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale è finalizzato, invece, all’implementazione di innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo per la realizzazione delle celle solari Cigs. Si tratta di celle particolarmente efficienti perché formate da un materiale semiconduttore composito con un elevato potere di assorbimento della luce solare.

“Era davvero importante per la Puglia ottenere un investimento del genere”, ha detto l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia Alessandro Delli Noci. “Significherà sviluppo e importanti opportunità di lavoro per i nostri giovani ed è coerente con le strategie regionali e nazionali finalizzate a stimolare la transizione energetica. La Puglia, regione leader nell’eolico e nel fotovoltaico diventa la sede di una produzione di pannelli completamente diversi rispetto al passato, non più lastre rigide ma moduli flessibili che coprono il tetto adattandosi ad ogni ondulazione inclusa quella delle tegole, con un effetto molto meno impattante e più sostenibile. Avere qui questa azienda svedese è un’ulteriore attestazione dell’attrattività della nostra regione”.

Obiettivo finale della ricerca è la realizzazione di nuovo design senza griglia e lo sviluppo di nanomateriali per garantire un adeguato effetto barriera all’umidità nelle celle solari e l’aumento in termini quantitativi dell’efficienza, rispettando i parametri qualitativi ed incrementando le performance di efficienza e durabilità dei prodotti.

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO