Webfleet Solutions, la gestione delle flotte diventa smart

La “nuova” divisione telematica della Bridgestone offre soluzioni dedicate alle flotte commerciali in grado di migliorare la gestione di asset e veicoli, rendendo la guida anche più ecoso­ste­nibile e sicura

Webfleet Solutions
Credits: Photo by form PxHere

 

Il trasporto su strada sta diventando sempre più smart. Negli ultimi anni il settore ha avviato un’importante trasformazione digitale fondata su una crescente automazione e connettività e finalizzata a rendere gli spostamenti più sicuri, economici e sostenibili. Tra gli strumenti che partecipano oggi a questa rivoluzione ci sono anche le soluzioni di gestione delle flotte commerciali, realizzate da Webfleet Solutions, la divisione telematica di Bridgestone. L’azienda offre prodotti di fleet management per società e PMI che vogliono migliorare il flusso di lavoro, aumentando nel contempo la sicurezza Come? Ad esempio, tracciando la posizione di veicoli ed asset.

Attraverso un’unica interfaccia, gestibile anche da mobile, WEBFLEET rende possibile alle aziende localizzare in tempo reale i propri mezzi e ottenere dati precisi sul tempo trascorso alla guida, modalità di utilizzo ed eventuali attività di manuten­zione. Il sistema identifica anche gli ambiti in cui è possibile risparmiare confrontando i dati dello storico dei viaggi, e fornisce avvisi istantanei quando un veicolo entra o esce da un’area predefinita.

Webfleet Solutions vanta strumenti ad hoc per rendere più efficiente la pianificazione dei percorsi, calcolando variabili come il traffico, i cavalcavia e altri elementi che tendono a rallentare i camion e i grandi veicoli commerciali. Il kit di strumenti WEBFLEET permette inoltre di migliorare la logistica supportando una distri­bu­zione e gestione dinamica degli ordini. Attraverso la funzione “ottimizzazione degli ordini” aiuta, infatti, ad assegnare ciascuna attività al driver più idoneo inviando direttamente le istruzioni al conducente e fornendo al cliente orari di arrivo previsti precisi. In questo modo è possibile ridurre il chilo­me­traggio e il tempo trascorso in strada.

OptiDrive 360: sulla strada rispettando l’ambiente

Non solo. Le soluzioni studiate sono in grado di migliorare le prestazioni dei veicoli aumentando comples­si­va­mente l’efficienza del parco mezzi. In che modo? Con un approccio a 360 gradi capace di incentivare una guida responsabile ed ecompatibile. Non a caso la soluzione studiata dell’azienda prende il nome di OptiDrive 360. Attraverso l’installazione di un dispositivo periferico per la ricezione dei dati sul carburante, il pacchetto di strumenti WEBFLEET aiuta i conducenti ad adottare uno stile di guida più sostenibile e sicuro. Nel dettaglio, OptiDrive 360 consente al personale di ricevere dati su una vasta gamma di indicatori prestazionali. Si va dalle informazioni sul limite di velocità della strada di percorrenza ed eventuali sterzate o frenate improvvise, ai dati sui tempi di inattività del motore, dal consumo medio di carburante in tempo reale alle variazioni di velocità durante il percorso.

Il sistema è, ad esempio, in grado di suggerire la giusta velocità – anche rispetto all’efficienza di uso del carburante – e quando rilasciare l’accele­ratore perché prossimi ad un’uscita dall’autostrada, una rotonda o una deviazione. In questo modo è possibile ottenere dei risparmi economici, ma soprattutto migliorare la sicurezza e l’impatto ambientale dei mezzi.