Euroluce rivoluziona il Salone del Mobile: cosa cambia nel 2023

BRAND ILLUMINAZIONE DESIGN

Euroluce: tutte le novità dell'edizione 2023 - foto di Diego Ravier

Una fiera Euroluce del tutto nuova, pronta a ridisegnare le tappe del Salone del Mobile 2023, negli spazi espositivi come negli scenari e nelle iniziative di tutta la 61^ edizione dell’iconico evento milanese.

Il cambiamento parte dall’idea: la biennale dedicata al mondo dell’illuminazione (pad. 9-11 e 13-15) è stata interamente ripensata dallo studio Lombardini22 secondo il concetto di prossimità che caratterizza tanti centri storici italiani. Creando dunque un un percorso “cittadino” ad anello, dalla forma poligonale, fluida e libera, per ottimizzare la fruizione da parte di espositori e visitatori.

La città della luce, tra design e tecnologia

“Una grande esperienza di visita che consentirà sia di conoscere prodotti di altissima qualità sia di approfondire tematiche legate al mondo dell’illuminazione - sottolinea Maria Porro, presidente del Salone del Mobile.Milano -. grazie a un’offerta culturale di livello rivolta a buyer, professionisti e a tutta la design community. Un dialogo fra tecnologia e poesia, fra architettura e design: una fonte di ispirazione e arricchimento per i visitatori".

Interessante, in questa contaminazione di settori e intenti, il fatto che anche diverse aziende specializzate in prodotti tecnici per l'illuminazione abbiano deciso di aderire a Euroluce 2023. Al nuovo format si uniranno poi le iniziative interdisciplinari ed esperienziali (mostre, talk, workshop, installazioni) a cura di Beppe Finessi, affiancato da giovani curatori e da importanti artisti contemporanei. Formafantasma si occuperà inoltre di trasformare Euroluce nella città ideale, disegnando spazi e anticipando la possibile evoluzione della fiera nel suo complesso.

Da Euroluce al Salone del Mobile 2023

La riflessione sul concept, infatti, si è già ampliata a tutto il Salone del Mobile.Milano. Proprio in queste settimane gli organizzatori stanno consultando gli espositori, che avranno a disposizione nuovi strumenti di supporto attraverso la piattaforma digitale della fiera. Dall’altro, sono state condotte oltre 2.300 interviste a visitatori provenienti da tutto il mondo, per migliorare la fruizione della manifestazione. Da qui, la nuova visione della prossima edizione del Salone de Mobile, che si svilupperà su un unico livello del quartiere fieristico, proprio per ottimizzare l’esperienza di visita. Altra novità di "connessione" con Euroluce, la collocazione del SaloneSatellite proprio all'interno degli spazi della kermesse biennale. Una scelta strategica in ottica di sguardo al futuro, con un focus particolare al mondo della formazione in tema di "Design School: Building the (im)possible. Process, Progress, Practice".

“Pur fra mille difficoltà, la filiera legno-arredo si appresta a chiudere il 2022 a +12% rispetto al 2021 - spiega Claudio Feltrin, presidente di FederlegnoArredo -. Un risultato che, stando alle rilevazioni del Centro studi di FederlegnoArredo, trova riscontro anche nei risultati del Macro Sistema Arredamento, con vendite pari a 4,58 miliardi di euro e un +12,7% nei primi nove mesi del 2022. Risultati più che soddisfacenti per un settore che si appresta a vivere la rinnovata formula del Salone del Mobile.Milano e di Euroluce. Un esperimento che testimonia la vitalità del design Made in Italy e che sarà fondamentale per affrontare un 2023 dai contorni molto incerti”.

Euroluce rivoluziona il Salone del Mobile: cosa cambia nel 2023