Dalla tecnica di lavorazione della murrina nasce Rina

tecnica

La lavorazione della Murrina rimanda ad una tecnica di lavorazione antica che risale ai tempi alessandrini e romani.

La tecnica, ricostruita a Murano negli anni 1870, consiste nell’ accostare a freddo, secondo un certo disegno, delle sezioni di canna variegata oppure segmenti di bacchetta o anche elementi prefabbricati di varia forma e colore, il tutto a formare un mosaico spesso policromo disposto su un piano di materiale refrattario.

tecnica

L’insieme viene poi gradualmente riscaldato sulla bocca del forno sino a determinare l’incipiente rammollimento degli elementi mosaico.
L'oggetto prodotto deve essere rettificato, molato e lucidato per togliere le irregolarità di spessore e per rendere la superficie liscia e lucida.

tecnica

Rina, una forma sferica dalla silhouette lineare che svela, ancor più se illuminata, una texture preziosa.
Disponibile in cinque dimensioni nelle tipologie sospensione, soffitto e tavolo .

tecnica