Marble Blossom: un incantato prato fiorito in vetro di Murano e marmo nero

In occasione della terza edizione di The Venice Glass Week, conclusasi lo scorso 15 settembre, l’architetto Claudio Pironi in collaborazione con Signoretto Lampadari ha presentato Marble Blossom.

Il progetto prende ispirazione da uno scenario fortemente evocativo, l’Hanami, stagione dei ciliegi in Giappone, che celebra la rinascita della natura e al tempo stesso la presa di coscienza della caducità delle cose.

Così in Marble Blossom, impalpabili fiori delicati e fragili, simbolo della nascita, sbocciano su una superfice di marmo nero Marquinia, dando vita ad un prato fiorito dove la durezza del marmo e la leggerezza del vetro di Murano dialogano armonicamente.

Il marmo è un materiale che conosco approfonditamente e contraddistingue molti dei miei progetti. Qui la grande sfida è stata di combinarlo con l’anima preziosa e delicata del vetro di Murano per esplorarne nuove potenzialità. In fase di progettazione abbiamo anche cercato di trovare la massima proporzione e il perfetto equilibrio tra tutti gli elementi che compongono la superfice marmorea: fiori, petali e capitonnè” racconta l’architetto Claudio Pironi.

La collezione è pensata per il mondo del contract dove il design della luce rappresenta un elemento chiave e distintivo del progetto.

99 fiori e 792 petali sono stati realizzati con millenarie tecniche di lavorazione e prevedono 4.000 movimenti di mano dei maestri vetrai. Sono anche la principale fonte di luce che si espande sulla superfice creando un gioco di luci e ombre che magnifica le straordinarie venature del marmo. Il grado di intensità della luce emanata dai singoli fiori potrà essere gestito da un controller che permetterà di modularla da una zona all’altra del capitonnè.

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO