Illuminazione dei luoghi di culto. Le soluzioni Erco per il Duomo di Siena

Con la sua caratteristica facciata rivestita in marmo bianco e verde scuro, il duomo di Siena è uno dei più importanti edifici gotici italiani ed il simbolo della città.

All’interno del duomo i visitatori rimangono inevitabilmente affascinati dallo straordinario pavimento a mosaico, costituito da oltre 50 superfici artistiche in marmo. Il lighting designer Marco Nereo Rotelli ha ricevuto il compito di rinnovare l’illuminazione di queste opere pavimentali uniche ed ha scelto a tal fine i precisi strumenti di illuminazione ERCO.

Luce da 25 metri di altezza

La sfida particolare del progetto consisteva nell’altezza dei punti di montaggio degli apparecchi, superiore a 25 metri. Per queste distanze sono necessari apparecchi dotati di sistemi ottici per proiezioni precise con alti flussi luminosi, perché solo così si possono ottenere efficientemente degli illuminamenti elevati sulle superfici obbiettivo. Con 2972lm e una distribuzione stretta narrow spot <10° i faretti Stella sono destinati proprio a questi compiti di illuminazione. Le superfici in marmo sono accentuate in modo puntuale, mentre le aree circostanti meno importanti vengono fatte passare in secondo piano. Si crea così una scenografia densa di contrasti, di carattere museale. Il lighting designer Marco Nereo Rotelli ha scelto consapevolmente le tonalità di luce calde da 3000K, da un lato per rendere fedelmente i colori caldi del marmo, dall’altro lato per creare un’atmosfera contemplativa.

Accentuare i dettagli

I faretti Parscan da 2149lm o 4198lm con distribuzione spot 10-20° completano il concept illuminotecnico. Montati sulle basette in diversi punti all’interno della cattedrale, accentuano la cappella, le incisioni e le pareti. Si rendono così visibili per i visitatori degli interessanti dettagli che li invitano a scoprire questa straordinaria architettura.

La regolazione della luce

L’installazione su punti di montaggio esistenti, in parte con l’impiego di un antico paranco, e la sfida di riutilizzare la rete di cavi esistente hanno posto il progettista di fronte ad un compito particolarmente difficile. Quali opzioni ci sono per la regolazione, se non è possibile posare altri cavi? Con Casambi Bluetooth ERCO ha offerto una soluzione molto semplice. Con questa regolazione senza fili gli apparecchi ERCO sono azionati e dimmerati individualmente utilizzando le funzioni wireless di smartphone o tablet. Gli apparecchi formano tra loro un Bluetooth Mesh, quindi anche le grandi distanze nella navata centrale del duomo non costituiscono un problema. Il segnale di comando è trasmesso all’apparecchio in rete successivo, che lo trasmette a sua volta. Con lo smartphone o con il tablet si può quindi programmare l’impianto da un punto centrale oppure dall’effettiva posizione dell’osservatore.

Dimmerare i singoli faretti con un’app

Siccome per esigenze di conservazione dell’edificio non tutte le superfici in marmo sono scoperte e libere per tutto l’anno, esse non devono essere illuminate sempre con la stessa intensità. Con l’app Casambi si possono dimmerare i singoli faretti in qualsiasi momento e senza difficoltà utilizzando uno smartphone o un tablet. In tal modo gli sguardi dei visitatori saranno indirizzati automaticamente sulle parti del pavimento in marmo visibili e più intensamente illuminate.

MAGGIORI APPROFONDIMENTI SULL'ARGOMENTO