LIGHTVILLAGE UN NUOVO SPAZIO POLIFUNZIONALE

Lo showroom dell'headquarter Linealight Group di Resana cambia veste: un ambiente caldo, usufruibile e vivibile frutto della sinergia tra gli architetti Didonè Comacchio e gli stylist di makethatstudio, ai quali abbiamo chiesto di raccontare il loro lavoro.

Da quando è stato concepito, il LightVillage ha sempre cercato di essere qualcosa di più rispetto ad un semplice showroom di prodotti illuminotecnici. Un luogo di scambio, ricerca e incontro tra architetti, lighting designer e buyer accomunati dall'obiettivo di sviluppare idee per nuovi progetti e aree di applicazione.

Con il recente restyling volevamo sottolineare e ampliare questo concetto facendo convivere prodotti nuovi e storici, decorativi e professionali in ambientazioni reali e fruibili.

Per raggiungere questo obiettivo abbiamo chiesto la collaborazione dello studio Didonè Comacchio per la parte di progettazione e di makethatstudio per gli arredi. Abbiamo voluto affidare alle loro parole il racconto del progetto.

Paolo Didonè, Devy Comacchio – architetti

Arch. Didonè Comacchio

“Il progetto di restyling parziale del LightVillage per Linea Light Group è stato caratterizzato da una precisa richiesta, da parte del committente, di esporre il prodotto finale in un ambiente domestico e contestualizzato oltreché esteticamente in linea con l’attuale immagine aziendale.

L’area oggetto del restyling si trova al piano primo del LightVillage, in posizione baricentrica rispetto all’intero showroom, da cui è possibile godere della vista di tutti i micro-ambienti e sale circostanti esistenti.

L’idea di progetto è stata sviluppata in seguito ad una attenta riflessione sulle necessità esposte dalla committenza unita a un’analisi dell’ambiente espositivo esistente e allo studio del prodotto.

Il nuovo showroom mantiene una distribuzione spaziale simile alla situazione esistente, dove un asse di scorrimento centrale guida il fruitore lungo una successione di micro-ambienti, sfruttandone e implementandone le caratteristiche positive, quali ad esempio la presenza di spazi tecnici/cavedi nello spessore delle pareti divisorie, e migliorando gli spazi espositivi prevedendo un numero minore di ambienti ma più proporzionati e in grado di ospitare piccoli meeting informali o momenti di break tra diversi incontri. Il lungo corridoio centrale da accesso ai diversi ambienti e diviene elemento connettivo di una ideale casa in linea. Ogni singolo spazio rappresenta un archetipo funzionale che caratterizza il vivere domestico contraddistinto da un colore rappresentativo.
La nuova immagine dello showroom si allinea all’immagine aziendale grazie ad una paletta di colori composta da una tinta di base scura unita a tinte neutre, in base ad una scelta funzionale/espositiva in cui il prodotto, tendenzialmente bianco, viene esaltato dalla opposta cromia degli elementi architettonici. Gli “spazi di risulta” divengono piccole zone verdi destinate all’outdoor.

La particolare posizione dominante dell’area di progetto, che osserva, e allo stesso momento viene osservata, da ogni punto dello showroom fa si che la nuova porzione di Light Village si trasformi in una sorta di “bocca scenica”, un palco su cui si posizionano i nuovi micro-ambienti che, grazie ad una grande parete vetrata caratterizzata da una morbida tenda scura che scherma, a scelta, la vista degli ambienti colorati interni, diviene elemento centrale dell’intervento, riconoscibile e visibile anche dal piano terra.”

Dea Sgarbossa, Nicola Russo – stylist

Makethatstudio

“makethatstudio ha realizzato il progetto d’arredamento e styling per il nuovo LightVillage, showroom espositivo di Linea Light Group. Sul progetto architettonico di Didonè Comacchio Architetti, makethatstudio ha progettato uno spazio polifunzionale, usufruibile e vivibile.

Gli spazi, colorati ed accoglienti, espongono i prodotti Linea Light Group in ambientazioni reali, dove si possono avere incontri commerciali o gli stessi dipendenti possono trovare un momento di relax durante la pausa caffè. La selezione dell’arredamento spazia tra il residenziale e il contract e si possono trovare le situazioni: Living/Hall, Kitchen/Bar, Studio/Office, Bedroom/Hotel, Bathroom/Spa. Ogni ambiente è stato pensato come punto d’ispirazione progettuale, dinamico e flessibile alle situazioni lavorative, ma con un carattere contemporaneo, senza tralasciare l’atmosfera adatta ad una situazione ospitale."