Luce, spazio e colore per amare la scuola

luce
Una scuola che nasce dall’impegno di una cooperativa sociale e che dà grande valore alla funzione educativa del bello. La scuola “La Traccia” ha da poco inaugurato la sua nuova sede a Maresso frazione di Missaglia, piccolo comune del lecchese, ai piedi del Parco Regionale di Montevecchia. Un edificio su due livelli, con la struttura di un cascinale, che era in stato di semiabbandono ed è stato ristrutturato creando all’interno spazi ampi e luminosi, in comunicazione con il verde che la circonda.

scuola_maresso09

La scuola “La Traccia”nasce dall’iniziativa di un gruppo di famiglie che, nel 1998, si sono costituite nella cooperativa “Massimiliano Kolbe” e hanno aperto nella provincia di Lecco una scuola secondaria di primo grado e, successivamente, una scuola primaria. Da settembre 2016 le due scuole sono riunite nella nuova sede di Maresso. La ristrutturazione curata da ArsAedificandi di Bergamo ha creato una scuola con più di 4000 mq di spazi interni dedicati all’attività didattica, dieci aule per la scuola primaria e nove aule per la secondaria, oltre ad aule speciali, laboratori, auditorium e mensa.

scuola_maresso01

La luce, naturale e artificiale è sicuramente protagonista di questo progetto. Grande spazio è dato alla luce naturale che entra dalle grandi finestre delle aule, nei corridoi e anche nei locali sotto il tetto in legno, su cui sono state aperte una ventina di Velux.

Il progetto illuminotecnico realizzato interamente con apparecchi  a LED forniti da Disano Illuminazione (Agenzia Lombardia, arch. Alessandra Santoro) ha caratteristiche davvero eccezionali per un edificio scolastico per la varietà degli apparecchi utilizzati e l’originalità delle soluzioni progettuali.

L’illuminazione ambiente per ambiente

Nell’atrio di ingresso, nei corridoi e negli spazi comuni è stato utilizzato l’apparecchio Barcellona, un corpo illuminante creato da Disano per l’illuminazione del Museo del Design di Barcellona, che crea linee di luce continua nei corridoi, andando a sottolineare direzioni e percorsi. E’ un apparecchio dal design molto semplice, che si fa notare ma non risulta invasivo e non si sostituisce alla bellezza architettonica dell’ambiente scolastico, ha un fascio molto ampio che arriva ad illuminare molto in alto e in modo omogeneo anche le pareti.

scuola_maresso22

scuola_maresso06

Nelle aule è stato utilizzato un sistema di illuminazione. La Liset (Fosnova) con ottica dark light, installata a sospensione e in fila continua da parete a parete, trasversalmente rispetto al punto di vista degli alunni, consente di avere 500lx con ottime uniformità sull’area del compito visivo e in ambiente, limitando in modo consistente l’abbagliamento.

scuola_maresso00

L’apparecchio è dimmerabile DALI e abbinato ad un sensore di luminosità consente all’impianto di autoregolarsi in base alla luce naturale presente. In questo modo si ottiene un notevole risparmio di energia, livelli di luminosità sempre costanti nel tempo e uniformi all’interno dell’ambiente (la quantità di luce artificiale è minore nella parte più vicina alla finestra che usufruisce di un notevole contributo di luce naturale, ed è maggiore sul lato interno che ha bisogno di più luce).

scuola_maresso12

Generalmente sono state collocate nelle aule tre file di apparecchi; la fila continua centrale ha la parte luminosa più corta rispetto alle due laterali poiché si è scelto di avere una pozione cieca per evitare che il baffo di luce che si viene a creare sulla parete, data la vicinanza dell’apparecchio alla stessa, crei aloni sulla lavagna. Sulle lavagne sono stati installati apparecchi dedicati per consentire il raggiungimento dei valori di illuminamento previsti dalle norme.

scuola_maresso07

L’auditorium è una grande stanza rettangolare, caratterizzata da una copertura a capriate in legno che, data la particolarità e bellezza, si è voluto evidenziare. Sono state inserite Liset Dark Light (Fosnova) tra la doppia catena alla base della capriata per un’illuminazione diretta e nella parte superiore dell’apparecchio di illuminazione è stata inserita una Microliset indoor (Fosnova) per illuminare la copertura (luce indiretta) dando volume alle travi delle capriate grazie alla realizzazione di un gioco di luci e ombre.

scuola_maresso08

Data la presenza di canali di aerazione circolari in lamiera color alluminio, per aumentare i valori di illuminamento a terra, sono stati inseriti anche quattro Compendio A (Fosnova) (uno per campata) a voler sottolineare lo stile un po’ industriale dell’ambiente.

scuola_maresso10

Scuola “La Traccia” di Maresso di Missaglia (LC)

Progetto architettonico: Arch. Giuseppe Tremolada Progetto elettrico: P.I. Sergio Frigerio Progetto meccanico: Ing. Nicola Piazza Progetto strutture: Ing. Pierpaolo Cicchiello – Ing. Roberto Conti